Omar – Futura #143

Io, il mio amico Omar e un’epoca che fallisce

Mi manda una mitragliata di messaggi dicendo che prega per me, per la mia famiglia, che la sua famiglia in Gambia è infinitamente grata per quello che faccio.
Ancora buongiorno, ancora buonasera. Altri giorni e altri messaggi.
Ma che palle, questo non ha proprio niente da fare se non riempirmi di messaggi?
Già, non ha niente da fare. Ma di chi è la colpa?

«I need money».
Ancora. Sia maledetto il giorno che t’ho incontrato. Dice che ha bisogno di soldi perché il cibo del centro d’accoglienza fa talmente schifo che vorrebbe farsi la spesa da solo. E allora solito posto, alla fermata della tramvia, stavolta 10 euro. E lui se ne va felice, altri messaggi, mi glorifica.

Penso che forse, oltre ai soldi, avrebbe bisogno di compagnia. Non solo soldi, ma tempo. Però io non ho tempo, o forse scelgo di non averlo.

Gli dico che un giorno andremo a pranzo, ma quel giorno non arriva mai. Però trovo tempo per incontrarlo, sempre alla fermata, per dargli altri vestiti. E poi altri soldi. Due chiacchiere sul marciapiede, due pacche sulle spalle.

E poi via, al ritmo delle nostre vite che non ci fanno ascoltare il battito del cuore degli altri. Faccio quello che posso, mi giustifico. Ma forse va bene così.

O forse no, forse il male è dentro di noi, e la vera rivoluzione è quella interiore. E allora la mattina gli scrivo anch’io.
«Buongiorno my friend».
E poi ci vado a fare colazione insieme a mia moglie. Lui ne è profondamente grato. E continuano i messaggi.

«Thank you bro».
Cazzo, ma almeno nei messaggi parla italiano.
Ci prova: «Grazie fratello».
Poi arriva un altro messaggio, un tonfo al cuore.
«Hi bro, I need money, 500 euro».

Cosa?

Poi scrive in italiano: «Voglio comprare un biglietto aereo per tornare in Gambia».

E penso che ho fallito, che abbiamo fallito, non siamo stati capaci di ascoltare le frustrazioni di Omar, la disperazione di Omar, la rabbia di Omar, l’incapacità di Omar.
E lui si è arreso, per colpa mia, per colpa nostra.
Abbiamo fallito.
Adesso devo trovare 500 euro per farlo tornare in Africa.
Ne ha il diritto.

Story of: Jacopo Storni

Tratto da newsletter Futura #143



I commenti sono chiusi.

Privacy Policy